Posta elettronica:



Brevi cenni storici dell’Istituto di Economia e Finanza e della sua biblioteca

Nel 1941 venne istituito l’Istituto di Economia e finanza e la sua biblioteca in seno alla Facoltà di Giurisprudenza. Inizialmente possedeva anche il Fondo Ugo Papi ma alla fine degli anni '60 venne trasferito ai Lincei. Attualmente si avvale di un fondo raro di Antonio De Viti De Marco insigne economista ed accademico (Lecce 1858 Roma 1943). La raccolta dei suoi scritti è improntata sulle più significative scuole di pensiero di quel periodo. Vi si trovano trattati di economia e politica monetaria fin dall'inizio del 1751. Ancora oggi alcuni studiosi, per le loro ricerche scientifiche, ne fanno oggetto di consultazione.
Il fondo contiene anche le opere originali di Maffeo Pantaleoni, donate direttamente all’amico De Viti de Marco dall’autore.
Maffeo Pantaleoni (Frascati 1857, Milano 1924) è annoverato ancor oggi tra i più grandi economisti teorici europei, tanto che la sua opera principale fu paragonata da Bohm-bawerk (economista austriaco, Brno 1851 Vienna 1914) a quella del grande teorico francese dell’equilibrio economico Leon Walras (Évreux 1834 – Clarens-Montreux 1910) .
Pantaleoni ha introdotto agli studi di Economia l’amico ( e allievo, benché di lui più anziano ) Vilfredo Pareto (Parigi 1848 Céligny 1923), il più famoso e citato degli economisti italiani, è stato maestro e predecessore di Umberto Ricci (Chieti 1879 Il Cairo 1946) , unico economista italiano citato nella Nobel Lecture di Franco Modigliani (Roma 1918 – Cambridge,Mass, 2003). A sua volta quest’ultimo è, allo stato attuale, l’unico italiano insignito di Nobel nella disciplina di Economia Politica, ed è insigne laureato di Giurisprudenza alla Sapienza, con tesi in Economia Politica nel '39.
Oltre a Giuseppe Ugo Papi (Capua 1893 Roma 1989), già rettore della “Sapienza” e Accademico dei Lincei, nella materia di Economia Politica si segnalano anche Giuseppe Di Nardi (Spinazzola 1911 - Roma 1992), Accademico dei Lincei, Carlo Pace (Roma 1931 Roma 2003), top manager in importanti banche ed enti di sviluppo, ed uomo politico e di governo.
Il Fondo Cosciani (in parte andato perso) venne gentilmente donato dalla famiglia. Cesare Cosciani (Trieste 1908 Roma 1985), fu un illustre studioso di scienza delle finanze e si occupò dei principi fondamentali della finanza pubblica. Attualmente la biblioteca è aggiornata con pubblicazioni riguardanti materie scientifiche quali: Economia, Economia Monetaria, Economia Politica, Politica Economica, Politiche Fiscali, Scienza delle Fianaze e Storia Economica.
Nel 2004 l’Istituto divenne sezione configurata in seno al Dipartimento di Scienze Giuridiche.
Nel 2012 la struttura venne rinominata Istituto di Economia e Finanza - Sezione del Dipartimento di Studi Giuridici, Filosofici ed Economici. . I servizi amministrativi sono di competenza della Segreteria Amministrativa del Dipartimento.
L'attuale Coordinatore della Sezione è il Prof. Nicola Boccella.


Public Finance Researh Papers è una pubblicazione elettronica dell'Istituto di Economia e Finanza, Sezione del DIGEF, che ospita contributi e analisi in lingua italiana o inglese su argomenti di finanza pubblica.

Link del sito: Public Finance Research Papers


IS THE EUROPEAN REFUGEE CRISIS A PUBLIC HEALTH CRISIS?
AN APPLICATION TO ITALIAN DATA